Il libro

Roma Altrimenti. Le ragioni nuove dell’essere Capitale, è l’esperimento di editoria partecipata nato dalle Conversazioni su Roma e presentato pubblicamente il 16 Novembre 2017.

Una diversa narrazione della città, la messa in evidenza di alcuni cambiamenti intercorsi dal momento in cui essa è divenuta Capitale, sono il contesto di riferimento a partire dal quale è possibile traguardare il futuro della città. Un futuro che non vuol dire “guardare alla luna”e quindi estraneo alla dimensione quotidiana del vivere a Roma, ma che invece costituisce l’unica possibilità per riannodare le questioni alle diverse scale spaziale e temporale, sapendo che la città è per sua natura un sistema interconnesso, dove ogni parte non è mai estranea al tutto. La pubblicazione è articolata in due parti; nella prima, un testo più ampio e strutturato per tesi costituisce il posizionamento con cui si confrontano i testi della seconda parte. Ciascun autore ha preso spunto dal testo iniziale per poi approfondire in modo autonomo uno o più aspetti che a volte descrivono i caratteri della città o ne segnalano questioni aperte o ancora le potenzialità da esplorare e valorizzare.

Roma ce la può fare a partire da un racconto differente. Un testo non chiuso che può essere utilizzato per aprire una discussione e un confronto pubblico nella città, per avviare un percorso al termine del quale raccogliere in modo sistematico altri contributi e integrazioni.

Il libro Roma Altrimenti è disponibile su amazon.it

Attualità

Todomodo, 22 marzo 2018 ore 18.00

Continua la “messa in discussione” di Roma Altrimenti. Le ragioni nuove dell’essere Capitale, l’esperimento di editoria partecipata nato dalle Conversazioni su ROMA e presentato lo scorso 16 Novembre. Dopo la tappa presso lo spazio museale del Tritone della Consulta dei giovani imprenditori del Lazio lo scorso 25 gennaio, ne abbiamo anche discusso con i rappresentanti della rete di start-up di Roma e con i gruppi di Retake-Roma.

Il prossimo giovedì 22 marzo alle ore 18.00 vi invitiamo ad essere presenti presso la libreria Todomodo (Via Bellegra 46, dietro Villa Gordiani) per una nuova “messa in discussione” di ROMA Altrimenti da parte di Salvatore Monni, economista e Marco Simoni, consigliere affari economici della Presidenza del Consiglio.

È un incontro aperto a tutti, portate le idee, i suggerimenti e la voglia di raccontare una Roma altrimenti.

Vi ricordiamo infine che potete promuovere incontri di “messa in discussione” di ROMA Altrimenti, basta contattarci tramite email, abbiamo tempo ancora ad Aprile e a Maggio.

A giovedì con chi potrà esserci, saluti da

Conversazioni su Roma


Domande per Roma

Dopo la presentazione del 16 novembre 2017, Roma Altrimenti. Le ragioni nuove dell’essere Capitale è stato “messo in discussione” con incontri e presentazioni promossi da soggetti diversi. L’obiettivo di questo percorso è di raccogliere contributi per comporre la terza parte del libro. Pertanto Domande per Roma è la sezione del sito dedicata all’ascolto o meglio alla lettura delle vostre idee sull’essere Capitale: si tratta di 9 domande che possono aiutare a chiarire le ragioni nuove dell’essere Capitale anche in vista del suo prossimo 150° anniversario.

Al momento, le risposte che darete saranno visibili come post alla maniera di un blog. Si può rispondere anche a una sola delle domande.

Questa sezione sarà aperta fino alla metà di maggio quando pensiamo di raccogliere le vostre risposte nella nuova edizione di Roma Altrimenti che sarà poi presentato pubblicamente.

Nel frattempo continueremo gli incontri di “messa in discussione” e avremo quindi la possibilità di discutere dal vivo.

Grazie per i vostri contributi e se potete, fate girare il link al sito per condividere le domande con chi ritenete possa essere interessato.

  1. La Capitale funzionale, quella della pubblica amministrazione e delle sedi di questa dentro alla Città;
  2. la Capitale culturale intesa come connessione tra innovazione tecnologica, fruizione e conoscenza, accesso ai beni e non solo consumo;
  3. la Quarta Roma, quella del popolo, dei romani che abitano i quartieri di edilizia sociale attorno al GRA;
  4. Roma e il Centro Italia in un rapporto di scambio importante tra territori, infrastrutture, nuove forme di abitare, produzione e attività economiche che fa pensare a una sorta di Regione Capitale;
  5. la governance della Città e la sua articolazione in Comuni ma ridisegnando completamente i confini dei Municipi per dare forma all’articolazione di un territorio abitato molto vasto e differenziato.


Chi siamo

Massimo Allulli, è dottore di ricerca in scienza della politica presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane. È stato visiting instructor presso il Rome Program di Cornell University e docente di Sociologia della politica urbana presso Sapienza Università di Roma. Svolge attività di ricerca sui temi del governo locale delle politiche urbane.

Mauro Baioni, urbanista, dottore di ricerca in Politiche urbane, presso l’Università degli Studi Roma Tre con cui collabora per la docenza e per progetti di ricerca. Consulente di pubbliche amministrazioni e istituti di ricerca e progettista di piani urbanistici e territoriali. Socio fondatore dell’associazione eddyburg.

Federico Bonadonna, ha lavorato undici anni per il comune di Roma, ha insegnato in varie università ed è autore di numerosi saggi. Dal 2008 vive all’estero. Attualmente è in Senegal dove collabora con alcune associazioni locali che si occupano di emigrazione.

Jolanda Bufalini, giornalista, freelance.

Giovanni Caudo, è professore di Urbanistica all’Università degli Studi Roma Tre. Da luglio 2013 a ottobre 2015 è stato assessore alla Trasformazione Urbana del Comune di Roma.

Alessandro Coppola, è research fellow presso il Gran Sasso Science Institute de L’Aquila ed è membro del collegio dei docenti dell’International Phd School in Urban Studies and Regional Science presso lo stesso istituto.

Ernesto d’Albergo, insegna Sociologia politica e Politica e territori presso il Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche della Sapienza Università di Roma.

Mattia Diletti, è ricercatore di Scienza politica alla Sapienza Università di Roma.

Marialuisa Palumbo, architetto e senior fellow del McLuhan Program in Culture and Technology dell’Università di Toronto. Dal 2003 cura la direzione scientifica dei master dell’Istituto Nazionale di Architettura.

Stefano Sampaolo, architetto, dottore di ricerca in Politiche pubbliche del Territorio (Iuav), da oltre 20 anni svolge attività di ricerca come consulente presso il Censis nel campo delle politiche di sviluppo urbano e territoriale.

Walter Tocci, senatore. È stato vicesindaco del Comune di Roma con l’amministrazione di Francesco Rutelli.

Federico Tomassi, lavora all’Agenzia per la coesione territoriale ed è esperto del Comitato economico e sociale europeo a Bruxelles. Collabora con il “Laboratorio Roma” del Centro per la Riforma dello Stato e insieme a Salvatore Monni e Keti Lelo ha creato il blog #mapparoma, dedicato alle disuguaglianze tra i quartieri di Roma.